I NOSTRI ARTICOLI

In Primo Piano

LA NASA annuncia il payload per la missione Mars 2020

LA NASA annuncia il payload per la missione Mars 2020

Il prossimo rover che la NASA invierà su Marte nel 2020 sarà dotato di sette strumenti...

Misteriose molecole per misteriose bande interstellari diffuse

Misteriose molecole per misteriose bande interstellari diffuse

Nel vasto ed apparentemente vuoto spazio interstellare, si aggirano in realtà molecole...

ESA: Venus Express risale dall'inferno

ESA: Venus Express risale dall'inferno

La sonda dell'ESA Venus Express ha concluso il suo esperimento di aerobraking...

NASA Cassini: i segreti dei 101 geyser di Encelado

NASA Cassini: i segreti dei 101 geyser di Encelado

Sembra un numero incredibile ma analizzando i dati rilevati dalla sonda della NASA Cassini, gli...

ESA ROSETTA: aggiornato il nuovo modello della cometa 67P/CHURYUMOV-GERASIMENKO

ESA ROSETTA: aggiornato il nuovo modello della cometa 67P/CHURYUMOV-GERASIMENKO

La scorsa settimana l'ESA aveva rilasciato un nuovo modello della...

  • LA NASA annuncia il payload per la missione Mars 2020

    LA NASA annuncia il payload per la missione Mars 2020

  • Misteriose molecole per misteriose bande interstellari diffuse

    Misteriose molecole per misteriose bande interstellari diffuse

  • ESA: Venus Express risale dall'inferno

    ESA: Venus Express risale dall'inferno

  • NASA Cassini: i segreti dei 101 geyser di Encelado

    NASA Cassini: i segreti dei 101 geyser di Encelado

  • ESA ROSETTA: aggiornato il nuovo modello della cometa 67P/CHURYUMOV-GERASIMENKO

    ESA ROSETTA: aggiornato il nuovo modello della cometa 67P/CHURYUMOV-GERASIMENKO



ESA: are we there yet? Un sabato giocando con Rosetta!



ESA: Rosetta, are we there yet?

Mercoledì 9 luglio, l'ESA ha dato il via ad un concorso creativo per accompagnare la fase principale della missione Rosetta.

Dopo 10 anni nello spazio e 6 miliardi di chilometri percorsi, la sonda e il lander Philae stanno per raggiungere la loro destinazione finale, la cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko.

NASA Curiosity: perché il MAHLI guarda il cielo?



MAHLI 0653MH0003000000203834C00 DXXX

Il Mars Hand Lens Imager (MAHLI) è la fotocamera montata sul braccio robotico di Curiosity che ha lo scopo primario di acquisire immagini ravvicinate della superficie e delle rocce di Marte.

A volte regala piacevoli vedute, generalmente scattate quando la torretta è chiusa, stivata nella parte anteriore sinistra così da offrire una visuale molto simile a quella che avrebbe un conducente di un'automobile. In questo caso il paesaggio risulta capolto ed inclinato perché il ccd del MAHLI è ruotato di 210° rispetto al ponte del rover.

Quei fori sulle ruote di Curiosity...



Curiosity wheel sol 469

Ad oggi, Curiosity rappresenta sicuramente il rover più avanzato arrivato su Marte.
Tuttavia, ultimamente qualche dettaglio lascia un po' perplessi: stiamo parlando degli squarci apparsi sulle ruote nel mese di ottobre.

NASA Curiosity: il misterioso MAHLI Calibration Target



Curiosity Sol 411 MAHLI penny

Tra riprese panoramiche e rocce in primo piano, il rover della NASA Curiosity esegue la periodica attività di taratura e verifica delle sue fotocamere.

Il sistema di calibrazione del MAHLI (Mars Hand Lens Imager), la fotocamera utilizzata per le macro montata sulla torretta all'estremità del braccio robotico del rover, è abbastanza complesso e anche divertente: sei colori di silicone pigmentato, una metrica grafica standardizzata e un penny.

I metabolizzatori di energia



Bolling water

Per affrontare questo post dovremmo probabilmente tirare in ballo almeno metà dei trattati di fisica, tanto che ne risulterebbe un discorso complicato e sufficientemente ostico. Ho deciso, perciò, di affrontare l'argomento come una chiacchierata tra amici seduti tranquillamente ad un tavolo di un bar.

Tutto parte da una banale considerazione: siamo tutti coinvolti direttamente, come fornitori, fruitori e metabolizzatori di energia.

Fotosintesi: strategie di vita replicabili su mondi extraterrestri



life on Earth - butterfly

Fin da bambini ci viene insegnata l'importanza degli alberi i quali, magicamente, trasformano l'aria che respiriamo.

Le piante, le alghe e i cianobatteri alterano il nostro pianeta con la fotosintesi, tanto da renderlo ospitale alle forme di vita terrestri.

Tale processo, con la sua semplice complessità, è parte della routine quotidiana su questo mondo ed è alla base della maggior parte dei processi biologici: potrebbe, quindi, diventare una delle chiavi fondamentali per la ricerca della vita oltre la Terra.

Il comportamento misterioso dei batteri inviati nello spazio



Pseudomonas aeruginosa

Secondo un recente studio della NASA, finanziato dal Rensselaer Polytechnic Institute (Troy, New York), le colonie di batteri cresciuti a bordo dello Space Shuttle Atlantis si comportavano in modo mai osservato sulla Terra.

Le recenti scoperte forniscono informazioni importanti sugli effetti del volo spaziale sul comportamento delle comunità batteriche e rappresentano un passo fondamentale verso la comprensione e la mitigazione del rischio che queste possono rappresentare per gli astronauti durante le missioni di lunga durata.

Marte come la Terra: il monte Sharp e il cielo azzurro



Curiosity - Monte Sharp

E' sabato mattina, mi alzo e mi preparo una bella tazza di caffè. Come sempre accendo il computer per leggere le ultime notizie e fare il consueto tour tra i siti scientifici alla ricerca dell'ultima scoperta.
Digito www.nasa.gov e non appena il browser carica la home page, ho un sussulto: tra le sei top news in alto a sinistra spicca un panorama del monte Sharp ottenuto con le immagini di Curiosity.

Cercando la vita su Marte: dalle Viking a Curiosity fino a AstroBioNibbler



Curiosity sol 180 MAHLI - drill

Il prossimo martedì, alle 19:00 ora italiana, la NASA ha fissato una conferenza stampa sui risultati delle prime analisi del campione di roccia marziana, John Klein, prelevato da Curiosity con la prima perforazione.

Secondo un report pubblicato su space.ref, voci di corridoio farebbero pensare che Curiosity abbia trovato carbonio organico su Marte, ossia un ingrediente chiave per la vita.

Marte può essere abitabile oggi: tra acqua e microbi i grandi interrogati sul Pianeta Rosso



Vita su Marte

"Marte può essere abitabile oggi, dicono gli scienziati", questo è il titolo di un articolo uscito ieri sul sito space.com che ha catturato la nostra attenzione.

Alcuni ricercatori sostengono che, mentre sicuramente Marte è stato un mondo abitabile nel passato, ancora oggi è in grado di sostenere la vita. (Finalmente, aggiungiamo noi!)

Pianeta extrasolare Kepler-421b: un inte…

Mercoledì, 23 Luglio 2014 06:37

Pianeta extrasolare Kepler-421b: un intervallo di transito da record

Kepler-421b è il nuovo pianeta extrasolare, scoperto tra i dati rilevati dal telescopio della NASA Kepler, con l'intervallo dil transito più lungo mai osservato: un anno su Kepler-421B dura 704 giorni...

Chang'E 3: l'anomalia di Yutu? Colpa del…

Martedì, 22 Luglio 2014 06:14

Chang'E 3: l'anomalia di Yutu? Colpa delle rocce

A quanto pare, nonostante qualche incidente di percorso, il lander e il rover della missione cinese Chang'E 3 sono ancora vivi ed in grado di comunicare, nonostante il rover, Jade Rabbit, fosse stato...

Confermata l'origine extragalattica dei …

Lunedì, 21 Luglio 2014 06:20

Confermata l'origine extragalattica dei Fast Radio Burst

Utilizzando il radiotelescopio di Arecibo a Puerto Rico, gli scienziati hanno ascoltato una raffica di lampi radio veloci, durata una frazione di secondo, proveniente dallo spazio profondo. La scoperta, che è...

ESA: are we there yet? Un sabato giocand…

Domenica, 20 Luglio 2014 18:43

ESA: are we there yet? Un sabato giocando con Rosetta!

Mercoledì 9 luglio, l'ESA ha dato il via ad un concorso creativo per accompagnare la fase principale della missione Rosetta. Dopo 10 anni nello spazio e 6 miliardi di chilometri percorsi,...

Le ultime drammatiche ore della cometa I…

Venerdì, 18 Luglio 2014 06:23

Le ultime drammatiche ore della cometa ISON

In molti lo avevano già sospettato ma ora un nuovo studio, basato sui dati ESA/NASA del Solar and Heliospheric Observatory (SOHO), conferma che la cometa 2012/S1 (ISON) aveva smesso di produrre polveri...

ESA Rosetta: la doppia personalità della…

Giovedì, 17 Luglio 2014 18:30

ESA Rosetta: la doppia personalità della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko

67P/Churyumov-Gerasimenko non è una cometa qualunque, ne abbiamo avuto la prova il 15 luglio quando alcune immagini e un articolo sul sito CNES hanno preceduto inavvertitamente il rilascio ufficiale programmato. Il...

Rubriche

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

ESA ROSETTA: #arewethereyet

Avete trovato la nostra bottiglia?

ESA: Rosetta, siamo arrivati? - Credit: Elisabetta Bonora & Marco Faccin

Diteci:

DOVECOMEQUANDO

aggiungendo un commento all'articolo "ESA: are we there yet? Un sabato giocando con Rosetta!"

Top Video

Titan Alpha Eridiani occultation - July 20 2014
Credit: NASA/JPL/Space Science Institute - Processing: 2di7 & titanio44


  • Alive universe Image 30.07.2014 20:21
    Salve Franz, pubblico con piacere il tuo commento perché, oltre a condividere la tua opinione, potrebbe ...

    Leggi tutto...

     
  • Franz 30.07.2014 18:12
    Aerofrenaggio non esiste in italiano così come aerobraking. La traduzione corretta è aerofrenata o ...

    Leggi tutto...

     
  • Alive universe Image 29.07.2014 19:58
    Ciao Maurizio, è così ma parliamo di catastrofe tecnologia anche se è pur vero che, per come è ...

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter






Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it