Spazio & Astronomia

In Primo Piano

NASA LADEE termina la sua missione

NASA LADEE termina la sua missione

La sonda della NASA Lunar Atmosphere and Dust Environment Explorer (LADEE) ha terminato la...

NASA Kepler scopre Kepler-186f, il primo pianeta extrasolare delle dimensioni della Terra nella zona abitabile

NASA Kepler scopre Kepler-186f, il primo pianeta extrasolare delle dimensioni della Terra nella zona abitabile

Utilizzando i dati del telescopio della NASA Kepler, che ad oggi ha contribuito ad...

Tre modelli per Plutone

Tre modelli per Plutone

Due ricercatori, Amy Barr della Brown University e Geoffrey Collins del Wheaton College, hanno...

ESA: Philae fotografa Rosetta

ESA: Philae fotografa Rosetta

Il lander Philae, che sta viaggiando all'interno della sonda dell'ESA Rosetta dal 2004, è stato...

NASA CASSINI scopre Peggy, forse una nuova luna di Satuno

NASA CASSINI scopre Peggy, forse una nuova luna di Satuno

La sonda della NASA Cassini potrebbe aver documentato la formazione di un nuovo oggetto...

  • NASA LADEE termina la sua missione

    NASA LADEE termina la sua missione

  • NASA Kepler scopre Kepler-186f, il primo pianeta extrasolare delle dimensioni della Terra nella zona abitabile

    NASA Kepler scopre Kepler-186f, il primo pianeta extrasolare delle dimensioni della Terra nella...

  • Tre modelli per Plutone

    Tre modelli per Plutone

  • ESA: Philae fotografa Rosetta

    ESA: Philae fotografa Rosetta

  • NASA CASSINI scopre Peggy, forse una nuova luna di Satuno

    NASA CASSINI scopre Peggy, forse una nuova luna di Satuno

Espansione dell'Universo: misura più accurata della costante di Hubble



Costante di Hubble

Image credit: NASA/JPL-Caltech/Carnegie

Utilizzando il telescopio spaziale Spitzer della NASA, gli astronomi sono riusciti a misurare con maggior precisione il valore della costante di Hubble, ossia la velocità di espansione dell'universo.

La costante di Hubble è un numero chiave in astronomia e prende il nome da Edwin P. Hubble che, nel 1920, stupì il mondo affermando che l'universo è in espansione dal momento del Big Bang. Da allora, nel 1990 gli astronomi scoprirono che l'espansione stava accelerando.

La costante di Hubble (Ho) indica la relazione tra il moto di allontanamento di una galassia dalla nostra visuale e la sua distanza dalla Terra, non facile da rilevare: gli astronomi devono determinare quindi sia la velocità radiale verso l'esterno che la distanza precisa dal nostro pianeta. Per far questo, vengono utilizzati dei marcatori di distanza all'interno della galassia stessa, come le stelle variabili o le supernove ma il calcolo porta con sé necessariamente degli errori.

Determinare il tasso di espansione è fondamentale per capire l'età e la dimensione dell'Universo.

A differenza del telescopio spaziale Hubble che lavora a lughezza d'onda nello spettro della luce visibile, lo Spizter è riuscito ad ottenere risultati più accurati in infrarosso, facendo scendere l'incertezza del 3%. Un risultato considerevole in termini astronomici.

Il nuovo valore per la costante di Hublle è di 74,3 più o meno 2,1 chilometri al secondo per megaparsec (un megaparsec è pari a circa 3 milioni di anni luce).

In più, i risultati sono stati utilizzati per ottenere una misurazione indipendente dell'energia oscura.

"Si tratta di un puzzle enorme", ha detto l'autore principale del nuovo studio, Wendy Freedman dell'Observatories of the Carnegie Institution for Science a Pasadena. "E' eccitante che siamo stati in grado di utilizzare lo Spitzer per affrontare i problemi fondamentali della cosmologia: il tasso preciso a cui l'universo si sta espandendo oggi, così come la misurazione della quantità di energia oscura".

Glenn Wahlgren, scienziato della NASA del programma Spitzer a Washington, ha sottolineato che la visione ad infrarosso del telescopio spaziale offre una vista migliore delle stelle variabili Cefeidi, permettendo di perfezionare le precedenti misurazioni del Hubble.

Queste stelle pulsanti sono fondamentali nella scala delle distanze cosmiche in quanto il loro periodo di pulsazione è strettamente collegato alla loro luminosità, attraverso la quale è possibile risalire alla distanza: un insieme di oggetti a distanza nota e la velocità alla quale si allontanano da noi, determina il tasso di espansione dell'Universo.

Spitzer ha osservato 10 Cefeidi nella nostra galassia ed 80 nella Grande Nube di Magellano.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Astrophysical Journal.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Opportunity: autoritratto di primavera

Lunedì, 07 Aprile 2014 06:23

Opportunity: autoritratto di primavera

Così come accade per noi e per l'emisfero settentrionale terrestre, anche per Opportunity, su Marte, tira aria di primavera. Una stagione molto gradita dall'instancabile rover della NASA che, non solo potrà...

Affollamento di pianeti nani ai confini …

Sabato, 05 Aprile 2014 07:50

Affollamento di pianeti nani ai confini del Sistema Solare

A pochi giorni di distanza dall'annuncio della scoperta di un nuovo pianeta nano ai confini del Sistema Solare, chiamato 2012 VP113 o più affettuosamente "Biden", lo stesso gruppo di astronomi avrebbe...

NASA Fermi: nuovi indizi per la materia …

Venerdì, 04 Aprile 2014 19:59

NASA Fermi: nuovi indizi per la materia oscura

Nuovi indizi della sfuggente materia oscura arriverebbero dal centro della nostra Galassia grazie ai dati rilevati dal telescopio della NASA Fermi. Un gruppo di scienziati indipendenti del Fermi National Accelerator Laboratory (Fermilab),...

Confermato l'oceano sotto la superficie …

Venerdì, 04 Aprile 2014 06:24

Confermato l'oceano sotto la superficie di Encelado: un buon posto per la vita

L'esistenza di un oceano sotto la superficie ghiacciata di Encelado, il sesto satellite naturale di Saturno in ordine di grandezza, è da tempo un fatto accettato da tutta la comunità...

Gravità vs antimateria: scopriremo chi v…

Giovedì, 03 Aprile 2014 13:59

Gravità vs antimateria: scopriremo chi vince!

Un team di ricercartori dell'University of California, a Berkeley, ha proposto un possibile esperimento per misurare l'impatto della gravità sugli atomi di antimateria.Nell'articolo pubblicato sul Physical Review Letters descrivono la procedura, che utilizza...

Un nuovo metodo ritocca l'età della Luna

Giovedì, 03 Aprile 2014 06:35

Un nuovo metodo ritocca l'età della Luna

Sembra curioso ma, mentre siamo piuttosto sicuri sull'età del nostro Sistema Solare, ossia 4 miliardi e 568 milioni di anni con una accuratezza di 2,080 milioni di anni, ancora dibattiamo sull'età...

Rubriche

Le nostre immagini

Top Video

Curiosity sol 548 NavCam left - driving backwards movie
"Courtesy NASA/JPL /Caltech/MSSS" processing 2di7 & titanio44


  • Alive Universe Image 08.04.2014 06:20
    Ciao Claudio, grazie per la segnalazione.

    Leggi tutto...

     
  • COSTERNI CLAUDIO 08.04.2014 01:43
    Caspita... che calor! Però io direi che -93,15° Celsius è quasi il doppio di -180°, non oltre il ...

    Leggi tutto...

     
  • Alive Universe Image 25.01.2014 18:43
    Salve Claudio, è vero, Rosetta potrebbe essere una delle più belle missioni a cui abbiamo assistito finora.

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it