Spazio & Astronomia

In Primo Piano

ESA: Philae fotografa Rosetta

ESA: Philae fotografa Rosetta

Il lander Philae, che sta viaggiando all'interno della sonda dell'ESA Rosetta dal 2004, è stato...

NASA CASSINI scopre Peggy, forse una nuova luna di Satuno

NASA CASSINI scopre Peggy, forse una nuova luna di Satuno

La sonda della NASA Cassini potrebbe aver documentato la formazione di un nuovo oggetto...

NASA Curiosity: un tramonto dal cratere Gale

NASA Curiosity: un tramonto dal cratere Gale

Sono state pubblicate nel week-end le immagini che aspettavo da qualche giorno, prima disponibili...

Marte: anche il cratere Gusev era un lago

Marte: anche il cratere Gusev era un lago

A quanto pare i laghi erano molto diffusi su Marte in un certo periodo della sua storia.Oltre...

Sistema MOA-2011-BLG-262: forse un pianeta extrasolre con la sua esoluna

Sistema MOA-2011-BLG-262: forse un pianeta extrasolre con la sua esoluna

Un team di astronomi potrebbe aver individuato la prima esoluna rocciosa in orbita intorno ad un...

  • ESA: Philae fotografa Rosetta

    ESA: Philae fotografa Rosetta

  • NASA CASSINI scopre Peggy, forse una nuova luna di Satuno

    NASA CASSINI scopre Peggy, forse una nuova luna di Satuno

  • NASA Curiosity: un tramonto dal cratere Gale

    NASA Curiosity: un tramonto dal cratere Gale

  • Marte: anche il cratere Gusev era un lago

    Marte: anche il cratere Gusev era un lago

  • Sistema MOA-2011-BLG-262: forse un pianeta extrasolre con la sua esoluna

    Sistema MOA-2011-BLG-262: forse un pianeta extrasolre con la sua esoluna

Il cratere McLaughlin, un antico lago marziano che avrebbe potuto ospitare la vita



Marte - cratere McLaughlin

Credit: NASA/JPL-Caltech/Univ. of Arizona

Nuove prove indicano un passato umido per Marte e si aggiungono ai risultati della missione Cuiorsity ed alle evidenze segnalate dai rover e lander di superficie e dalla sonde orbitali delle missioni passate.

I dati arrivano dello spettrometro CRISM (Compact Reconnaissance Imaging Spectrometer for Mars) dalla sonda della NASA Mars Reconnaissance Orbiter (MRO), che ha osservato il grande cratere McLaughlin, largo 92 chilometri e profondo 2,2 chilometri.

La sua profondità, a quanto pare, permise all'acqua sotterranea di fluire all'interno del cratere stesso, cosi come era stato ipotizzato per il cratere Gale, ove attualmente opera Curiosity. Anche in questo caso, l'impatto potrebbe aver creato depositi idrotermali e contribuito alla formazione di un vero e proprio sistema fluviale.

I nuovi risultati sono stati pubblicati domenica scorsa sulla rivista Nature Geoscience.

Strati e rocce piatte sul fondo del cratere contengono carbonati e argille che si formano in presenza d'acqua.

McLaughlin non presenta grandi canali di afflusso ma solo piccoli canali generatesi all'interno del cratere stesso, ad un livello che potrebbe essere la traccia della superficie del lago di allora.

L'insieme di queste osservazione suggerisce che deve esserci stata una falda che alimentava il lago direttamente dall'interno del cratere.
L'alcuni ricercatori propongono, invece, che il cratere stesso catturasse l'acqua, portandola poi in una zona sotterranea dove si sarebbe potuto creare un habitat adatto alla vita.

"Nel loro insieme, le osservazioni del cratere McLaughlin forniscono la miglior prova per la formazione di carbonato all'interno di un ambiente lacustre invece di essere portato nel cratere dall'esterno", ha detto Joseph Michalski, autore principale dello studio e affiliato del Planetary Science Institute a Tucson, Arizona e del London Natural History Museum.

"Diversi studi che utilizzano i dati del CRISM hanno dimostrato che rocce riemerse dal sottosuolo a seguito di impatti meteorici sono state modificate all'inizio della storia di Marte, molto probabilmente da fluidi idrotermali", ha aggiunto Michalski. "Questi fluidi intrappolati nel sottosuolo sarebbero riaffiorati ripetutamente in superficie nei bacini profondi, come il cratere McLaughlin, eventualmente portando indizi di abitabilità del sottosuolo".

Il cratere McLaughlin si trova nella parte bassa di un pendio di diverse centinaia di chilometri di lunghezza sul lato occidentale della regione marziana Arabia Terra.
L'immagine riprende un'area di circa 550 metri, a 337,6 gradi di longitudine Est, 21,9 gradi di latitudine nord.

Come sulla Terra, laghi alimentati da acque sotterranee potrebbero trovarsi in regioni a bassa quota, pertanto questa zona potrebbe essere un'ottima candidata per tale processo.

"Questo nuovo rapporto e altri continuano a mostrare un Marte più complesso di quanto si pensasse, con alcune aree più idonee a rilevare segni di vita passata rispetto ad altre", ha dichiarato Rich Zurek, del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena , California.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Confermato l'oceano sotto la superficie …

Venerdì, 04 Aprile 2014 06:24

Confermato l'oceano sotto la superficie di Encelado: un buon posto per la vita

L'esistenza di un oceano sotto la superficie ghiacciata di Encelado, il sesto satellite naturale di Saturno in ordine di grandezza, è da tempo un fatto accettato da tutta la comunità...

Gravità vs antimateria: scopriremo chi v…

Giovedì, 03 Aprile 2014 13:59

Gravità vs antimateria: scopriremo chi vince!

Un team di ricercartori dell'University of California, a Berkeley, ha proposto un possibile esperimento per misurare l'impatto della gravità sugli atomi di antimateria.Nell'articolo pubblicato sul Physical Review Letters descrivono la procedura, che utilizza...

Un nuovo metodo ritocca l'età della Luna

Giovedì, 03 Aprile 2014 06:35

Un nuovo metodo ritocca l'età della Luna

Sembra curioso ma, mentre siamo piuttosto sicuri sull'età del nostro Sistema Solare, ossia 4 miliardi e 568 milioni di anni con una accuratezza di 2,080 milioni di anni, ancora dibattiamo sull'età...

Il telescopio spaziale Hubble riprende l…

Sabato, 29 Marzo 2014 19:04

Il telescopio spaziale Hubble riprende la cometa C/2013 A1 (Siding Spring)

Il telescopio spaziale Hubble della NASA ci ha regalato un'anticipazione della cometa C/2013 A1 (Siding Spring) che il prossimo 19 ottobre sfiorerà Marte, raggiungendo la distanza minima di circa 135.000 chilometri. L'immagine è...

ESA ROSETTA sveglia anche per OSIRIS: fo…

Venerdì, 28 Marzo 2014 06:45

ESA ROSETTA sveglia anche per OSIRIS: fotografata la cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko

La sonda dell'ESA Rosetta, risvegliata il 20 gennaio alle 19:17 ora italiana, dopo 31 mesi di ibernazione nello spazio profondo, il 20 e il 21 marzo ha scattato le prime...

Chariklo: l'asteroide con gli anelli!

Giovedì, 27 Marzo 2014 06:55

Chariklo: l'asteroide con gli anelli!

In queste ultime ore, sembrano arrivare grandi notizie dalle regioni più lontane del nostro Sistema Solare! Gli scienziati hanno scoperto il primo oggetto non planetario ad avere un proprio sistema di...

Rubriche

Le nostre immagini

Top Video

Curiosity sol 548 NavCam left - driving backwards movie
"Courtesy NASA/JPL /Caltech/MSSS" processing 2di7 & titanio44


  • Alive Universe Image 08.04.2014 06:20
    Ciao Claudio, grazie per la segnalazione.

    Leggi tutto...

     
  • COSTERNI CLAUDIO 08.04.2014 01:43
    Caspita... che calor! Però io direi che -93,15° Celsius è quasi il doppio di -180°, non oltre il ...

    Leggi tutto...

     
  • Alive Universe Image 25.01.2014 18:43
    Salve Claudio, è vero, Rosetta potrebbe essere una delle più belle missioni a cui abbiamo assistito finora.

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it