Spazio & Astronomia

In Primo Piano

Una nuova mappa da 219 milioni di stelle per la Via Lattea

Una nuova mappa da 219 milioni di stelle per la Via Lattea

Un nuovo impressionante ritratto delle zona nord visibile della nostra Via Lattea è stato...

LA MISSIONE DI GAIA (quarta parte)

LA MISSIONE DI GAIA (quarta parte)

La missione GAIA è una delle più ambiziose nel campo dell'astronomia spaziale ed è...

Una piccola galassia con un grande buco nero

Una piccola galassia con un grande buco nero

Utilizzando i dati del telescopio spaziale Hubble e quelli delle osservazioni da Terra, gli...

Ultime dai rover marziani

Ultime dai rover marziani

Curiosity si appresta ad esplorare le "Pahrumps Hills" mentre Opportunity torna al lavoro dopo la...

MAVEN e MOM: si avvicina l'appuntamento con Marte

MAVEN e MOM: si avvicina l'appuntamento con Marte

Due sonde spaziali, il  Mars Atmosphere and Volatile Evolution (MAVEN) della NASA...

  • Una nuova mappa da 219 milioni di stelle per la Via Lattea

    Una nuova mappa da 219 milioni di stelle per la Via Lattea

  • LA MISSIONE DI GAIA (quarta parte)

    LA MISSIONE DI GAIA (quarta parte)

  • Una piccola galassia con un grande buco nero

    Una piccola galassia con un grande buco nero

  • Ultime dai rover marziani

    Ultime dai rover marziani

  • MAVEN e MOM: si avvicina l'appuntamento con Marte

    MAVEN e MOM: si avvicina l'appuntamento con Marte



Le aurore dei pianeti extrasolari: ora sarà possibile rilevarle



 Aurore su Giove

Aurore su Giove
Credit: NASA

Le aurore polari, protagoniste di spettacolari paesaggi notturni sulla Terra, sono continuamente monitorate e studiate dagli scienziati, così come quelle scoperte sui pianeti del nostro Sistema Solare.

Ora, sarà possibile ottenere molto di più e rilevare direttamente le aurore dei pianeti alieni extrasolari.

Le aurore sulla Terra si verificano quando le particelle cariche provenienti dal Sole, incanalate dal campo magnetico terrestre verso i poli, interagiscono con l'alta atmosfera, innescando spettacolari giochi di luce.
Processi simili sono stati osservati su altri pianeti del Sistema Solare, con aurore 100 volte più luminose rispetto a quelle terrestri.

Adesso, grazie al telescopio Low-Frequency Array nei Paesi Bassi, gli scienziati hanno rilevato le emissioni radio di possibili aurore su pianeti estrasolari.

"Questi risultati confermano che le aurore si generano su corpi fuori del nostro Sistema Solare e le loro emissioni radio sono abbastanza potenti - 10000 volte più luminose delle aurore di Giove - e rintracciabili attraverso le distanze interstellari", ha detto l'autore dello studio Jonathan Nichols, dell'University of Leicester in Inghilterra, in un comunicato.

Le aurore di Giove, ad esempio, a differenza di quelle terrestri, sono innescate dalla rotazione stessa del pianeta.
Giove ruota attorno al proprio asse ogni 10 ore con il suo enorme campo magnetico: la rotazione di questo magnete produce quindi enormi quantità di energia soprattutto ai poli.
Rilevate per la prima volta dalla Voyager 1 nel 1979, sono generate principalmente dall'iterazione delle molecole prodotte dall'attività vulcanica dalla sua luna Io, con il campo magnetico del pianeta.

Aurore simili a quelle terrestri, invece, sono state avvistate su Saturno nel 2009, dalla sonda della NASA Cassini e forse nuovamente immortalate e da noi individuate, in alcune riprese a luglio 2012.

Questa nuova ricerca dimostra che le aurore possono formarsi su altri pianeti non necessariamente a causa delle particelle cariche trasportate dal vento solare. Al contrario, è molto probabile che altrove, le aurore siano molto più simili a quelle gioviane.

Attraverso lo studio di queste emissioni radio gli scienziati otterranno un quadro più chiaro della forza del campo magnetico di un pianeta, di come interagisce con la sua stella madre, delle sue lune e anche sulla durata della sua rotazione.

La nuova ricerca è stata pubblicata in un recente numero del The Astrophysical Journal.

Note sull'autore
Elisabetta Bonora
Author: Elisabetta BonoraEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Fondatrice e principale publisher di Alive Universe Images. Mi occupo di web e video analytics presso ShinyStat (SV – Italia) ma ho una grande passione per le scienze, l'astronomia in particolare, che vorrei si trasformasse in lavoro. Da diversi anni mi dedico ad elaborare le fotografie rilasciate dalle Agenzie Spaziali Internazionali, scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima! ...Ovviamente, lo avrete capito, sono una fan di Star Trek!


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chang'e-3: Yutu è ancora vivo e scatta …

Domenica, 14 Settembre 2014 21:19

Chang'e-3: Yutu è ancora vivo  e scatta un panorama a 360 gradi

Il rover e il lander della missione lunare cinese Chang'e 3 sono ancora vivi e si sono appena risvegliati dalla nona notte lunare. Un nuovo video mostra un panorama a 360...

New Horizons osserva Idra per la prima v…

Domenica, 14 Settembre 2014 11:40

New Horizons osserva Idra per la prima volta

Utilizzando la fotocamera Long Range Reconnaissance Imager (LORRI), la sonda della NASA New Horizons ha ripreso per la prima volta la luna più esterna conosciuta di Plutone, Idra. Le immagini fanno parte...

Curiosity inizia la missione al Monte Sh…

Sabato, 13 Settembre 2014 12:12

Curiosity inizia la missione al Monte Sharp

A fine agosto, avevamo lasciato Curiosity intento a riprendere il percorso verso il Monte Sharp, dopo aver rinunciato alla perforazione della roccia Bonanza King.Ora, il rover ha raggiunto le pendici...

GAIA scopre la sua prima Supernova!

Sabato, 13 Settembre 2014 07:11

GAIA scopre la sua prima Supernova!

Un mese dopo l'inizio della missione scientifica, Gaia scova una Supernova a 500 miloni di anni luce.

Fononi invece di fotoni per comunicare c…

Venerdì, 12 Settembre 2014 06:46

Fononi invece di fotoni per comunicare con un atomo artificiale

Il suono al posto della luce. I ricercatori della Chalmers University of Technology sono stati i primi a mostrare l'uso dei fononi per comunicare con un atomo artificiale. I risultati saranno pubblicati sulla...

ROSINA assaggia la cometa 67P

Giovedì, 11 Settembre 2014 22:03

ROSINA assaggia la cometa 67P

Lo strumento Rosetta Orbiter Sensor for Ion and Neutral Analysis (ROSINA), a bordo della sonda dell'ESA Rosetta, ha rilevato le prime molecole volatili intorno alla cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko. I risultati sono stati...

Rover Stats

CURIOSITY ODOMETRY

Curiosity Stats

OPPORTUNITY ODOMETRY

Opportunity

a cura di Marco di Lorenzo

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

Top Video


  • Anakin 19.09.2014 16:13
    Quindi non è proprio una rappresentazion e. Potremmo dire di guardare effettivamente un buco nero

    Leggi tutto...

     
  • Alive Universe Image 19.09.2014 15:59
    E' un'illustrazion e del buco nero supermassiccio. Ecco l'estratto della discalia dal sito ESA ...

    Leggi tutto...

     
  • Anakin 19.09.2014 14:46
    Ciao. Ma l'immagine, al centro, rivela che quello che vediamo è effettivamente un buco nero o solo ...

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it