Spazio & Astronomia
Global Security Agency

In Primo Piano

Partita la

Partita la "sample return mission" Cinese Chang'e 5-T1

Come preannunciato, la Cina ha lanciato la missione dimostrativa Chang’e-5-T1 con il...

Aumenta l'attività (e l'odore) della cometa 67P

Aumenta l'attività (e l'odore) della cometa 67P

Mancano poco meno di 3 settimane dalla storica impresa del lander Philae e la...

L'asimmetrica atmosfera di Titano

L'asimmetrica atmosfera di Titano

Studiando l'atemosfera di Titano, gli scienziati hanno notato concentrazioni di molecole...

POLARBEAR: mappato il B-mode di polarizzazione nella CMB

POLARBEAR: mappato il B-mode di polarizzazione nella CMB

A distanza di pochi mesi si torna a parlare della polarizzazione del fondo cosmico a...

Anche MRO riprende il piccolo nucleo della cometa Siding Spring

Anche MRO riprende il piccolo nucleo della cometa Siding Spring

Se il piccolo nucleo della cometa Sidind Spring è stato ripreso dal rover Opportunity dalla...

  • Partita la

    Partita la "sample return mission" Cinese Chang'e 5-T1

  • Aumenta l'attività (e l'odore) della cometa 67P

    Aumenta l'attività (e l'odore) della cometa 67P

  • L'asimmetrica atmosfera di Titano

    L'asimmetrica atmosfera di Titano

  • POLARBEAR: mappato il B-mode di polarizzazione nella CMB

    POLARBEAR: mappato il B-mode di polarizzazione nella CMB

  • Anche MRO riprende il piccolo nucleo della cometa Siding Spring

    Anche MRO riprende il piccolo nucleo della cometa Siding Spring



Le aurore dei pianeti extrasolari: ora sarà possibile rilevarle



 Aurore su Giove

Aurore su Giove
Credit: NASA

Le aurore polari, protagoniste di spettacolari paesaggi notturni sulla Terra, sono continuamente monitorate e studiate dagli scienziati, così come quelle scoperte sui pianeti del nostro Sistema Solare.

Ora, sarà possibile ottenere molto di più e rilevare direttamente le aurore dei pianeti alieni extrasolari.

Le aurore sulla Terra si verificano quando le particelle cariche provenienti dal Sole, incanalate dal campo magnetico terrestre verso i poli, interagiscono con l'alta atmosfera, innescando spettacolari giochi di luce.
Processi simili sono stati osservati su altri pianeti del Sistema Solare, con aurore 100 volte più luminose rispetto a quelle terrestri.

Adesso, grazie al telescopio Low-Frequency Array nei Paesi Bassi, gli scienziati hanno rilevato le emissioni radio di possibili aurore su pianeti estrasolari.

"Questi risultati confermano che le aurore si generano su corpi fuori del nostro Sistema Solare e le loro emissioni radio sono abbastanza potenti - 10000 volte più luminose delle aurore di Giove - e rintracciabili attraverso le distanze interstellari", ha detto l'autore dello studio Jonathan Nichols, dell'University of Leicester in Inghilterra, in un comunicato.

Le aurore di Giove, ad esempio, a differenza di quelle terrestri, sono innescate dalla rotazione stessa del pianeta.
Giove ruota attorno al proprio asse ogni 10 ore con il suo enorme campo magnetico: la rotazione di questo magnete produce quindi enormi quantità di energia soprattutto ai poli.
Rilevate per la prima volta dalla Voyager 1 nel 1979, sono generate principalmente dall'iterazione delle molecole prodotte dall'attività vulcanica dalla sua luna Io, con il campo magnetico del pianeta.

Aurore simili a quelle terrestri, invece, sono state avvistate su Saturno nel 2009, dalla sonda della NASA Cassini e forse nuovamente immortalate e da noi individuate, in alcune riprese a luglio 2012.

Questa nuova ricerca dimostra che le aurore possono formarsi su altri pianeti non necessariamente a causa delle particelle cariche trasportate dal vento solare. Al contrario, è molto probabile che altrove, le aurore siano molto più simili a quelle gioviane.

Attraverso lo studio di queste emissioni radio gli scienziati otterranno un quadro più chiaro della forza del campo magnetico di un pianeta, di come interagisce con la sua stella madre, delle sue lune e anche sulla durata della sua rotazione.

La nuova ricerca è stata pubblicata in un recente numero del The Astrophysical Journal.

Note sull'autore
Elisabetta Bonora
Author: Elisabetta BonoraEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Fondatrice e principale publisher di Alive Universe Images. Mi occupo di web e video analytics presso ShinyStat (SV – Italia) ma ho una grande passione per le scienze, l'astronomia in particolare, che vorrei si trasformasse in lavoro. Da diversi anni mi dedico ad elaborare le fotografie rilasciate dalle Agenzie Spaziali Internazionali, scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima! ...Ovviamente, lo avrete capito, sono una fan di Star Trek!


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Conto alla rovescia: su Marte arriva Sid…

Sabato, 18 Ottobre 2014 08:36

Conto alla rovescia: su Marte arriva Siding Spring. Ecco come seguire l'evento

Ci siamo quasi, mancano poco più di 24 ore all'atteso incontro della cometa Siding Spring con Marte, dove c'è una flotta robotica in fermento pronta ad accoglierla.

Il cuore nascosto di Mimas

Venerdì, 17 Ottobre 2014 07:13

Il cuore nascosto di Mimas

Sotto la superficie modellata dai crateri, la luna di Satuno, Mimas, potrebbe nascondere un nucleo congelato o un oceano di acqua liquida. Radwan Tajeddine, astronomo della Cornell University, ha pubblicato i suoi...

Da MAVEN i primi dati sull'atmosfera sup…

Giovedì, 16 Ottobre 2014 20:58

Da MAVEN i primi dati sull'atmosfera superiore di Marte

La sonda Mars Atmosphere and Volatile Evolution (MAVEN), lanciata a novembre 2013 ed entrata nell'orbita di Marte il 22 settembre scorso alle 2:24 UTC, ha già iniziato a fornire i primi dati...

Verso Plutone e oltre! Selezionato un KB…

Giovedì, 16 Ottobre 2014 06:11

Verso Plutone e oltre! Selezionato un KBO per New Horizons

Scrutando gli angoli più remoti del nostro Sistema Solare, il telescopio spaziale Hubble ha trovato un oggetto della fascia di Kuiper (KBO) che potrebbe diventare il target perfetto per la sonda...

ESA Rosetta: selezionato il punto di att…

Mercoledì, 15 Ottobre 2014 20:41

ESA Rosetta: selezionato il punto di atterraggio definitivo!

Il 12 Novembre Philae atterrerà sul sito primario "J", situato sulla "testa" della cometa.

Secondo selfie per Philae, insieme a Ros…

Mercoledì, 15 Ottobre 2014 06:58

Secondo selfie per Philae, insieme a Rosetta e 67P

Se da una parte Rosetta ci sta deliziando con immagini sempre più dettagliate della superficie della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, il piccolo lander Philae non è da meno e dalla sua posizione privilegiata,...

Space Mission Stats

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

Top Video


  • Anakin 19.09.2014 16:13
    Quindi non è proprio una rappresentazion e. Potremmo dire di guardare effettivamente un buco nero

    Leggi tutto...

     
  • Alive Universe Image 19.09.2014 15:59
    E' un'illustrazion e del buco nero supermassiccio. Ecco l'estratto della discalia dal sito ESA ...

    Leggi tutto...

     
  • Anakin 19.09.2014 14:46
    Ciao. Ma l'immagine, al centro, rivela che quello che vediamo è effettivamente un buco nero o solo ...

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it