Spazio & Astronomia

In Primo Piano

Chang'E 3: l'anomalia di Yutu? Colpa delle rocce

Chang'E 3: l'anomalia di Yutu? Colpa delle rocce

A quanto pare, nonostante qualche incidente di percorso, il lander e il rover della missione...

Confermata l'origine extragalattica dei Fast Radio Burst

Confermata l'origine extragalattica dei Fast Radio Burst

Utilizzando il radiotelescopio di Arecibo a Puerto Rico, gli scienziati hanno ascoltato una...

ESA: are we there yet? Un sabato giocando con Rosetta!

ESA: are we there yet? Un sabato giocando con Rosetta!

Mercoledì 9 luglio, l'ESA ha dato il via ad un concorso creativo per accompagnare la fase...

Le ultime drammatiche ore della cometa ISON

Le ultime drammatiche ore della cometa ISON

In molti lo avevano già sospettato ma ora un nuovo studio, basato sui dati ESA/NASA del...

ESA Rosetta: la doppia personalità della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko

ESA Rosetta: la doppia personalità della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko

67P/Churyumov-Gerasimenko non è una cometa qualunque, ne abbiamo avuto la prova il 15 luglio...

  • Chang'E 3: l'anomalia di Yutu? Colpa delle rocce

    Chang'E 3: l'anomalia di Yutu? Colpa delle rocce

  • Confermata l'origine extragalattica dei Fast Radio Burst

    Confermata l'origine extragalattica dei Fast Radio Burst

  • ESA: are we there yet? Un sabato giocando con Rosetta!

    ESA: are we there yet? Un sabato giocando con Rosetta!

  • Le ultime drammatiche ore della cometa ISON

    Le ultime drammatiche ore della cometa ISON

  • ESA Rosetta: la doppia personalità della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko

    ESA Rosetta: la doppia personalità della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko



Un pianeta delle dimensioni della Terra potrebbe essere a soli 13 anni luce by NASA Kepler



Pianeti abitabili intorno alle nane rosse

Credit: D. Aguilar/Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics

Utilizzando i dati del telescopio della NASA Kepler gli astronomi del Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics (CfA) stimano che il 6% delle nane rosse presenti nella nostra Galassia, possano ospitare pianeti delle dimensioni della Terra nella loro zona abitabile, ossia ad una distanza tale dalla loro stella madre per cui possa esistere acqua allo stato liquido sulla superficie.
Con almeno 75 miliardi di nane rosse sparse per la Via Lattea, questo aumenta notevolmente il numero dei pianeti potenzialmente abitabili.

La maggior parte delle stelle più vicine al nostro Sole sono proprio nane rosse e, in generale, sono tra le più diffuse nell'Universo: anche se non possiamo vederle semplicemente nel cielo notturno a causa della loro scarsa luminosità, costituiscono il 75% delle stelle vicino a noi.

Secondo i calcoli, un pianeta delle dimensioni della Terra si troverebbe a soli 13 anni lucei.

"Non sappiamo se la vita possa esistere su un pianeta che orbita intorno ad una nana rossa ma i risultati stuzzicano la mia curiosità e mi chiedo se le culle cosmiche della vita siano più diversificate di quanto noi esseri umani abbiamo immaginato", ha commentato Natalie Batalha, scienziato della missione Kepler al NASA Ames Research Center di Moffett Field, in California

Il team di ricerca ha analizzato 95 pianeti candidati in orbita intorno a 64 nane rosse, presenti nel catalogo Kepler: tre di loro hanno temperature giuste e dimensioni più piccole rispetto alla Terra.

Una nana rossa è brillante un milionesimo rispetto al Sole ed è solo un terzo delle sue dimensioni, di conseguenza la zona abitabile potrebbe essere molto più vicina alla stella.

"Questa posizione della zona abitabile attorno alle stelle più fredde rende i pianeti più vulnerabili agli effetti dei brillamenti stellari e alle interazioni gravitazionali, complicando la nostra comprensione della loro potenziale abitabilità", ha detto Victoria Meadows, dell'Università di Washington e ricercatrice principale al NASA Astrobiology Institute. "Ma se i pianeti ipotizzati da questo studio sono effettivamente molto vicini, allora sarà molto più facile per noi fare le osservazioni necessarie per saperne di più, incluso se possono o non possono supportare la vita".

Così, un pianeta in orbita intorno ad una nana rossa, affinché possa essere abitabile, dovrebbe probabilmente avere un'atmosfera sufficientemente densa per stabilizzare la temperatura e proteggerlo dalle esplosioni stellari. Ma avrebbe il vantaggio che la sua stella esisterebbe per moltissimi anni, potenzialmente come l'Universo, quindi una vita che si fosse sviluppata in tale condizioni avrebbe in teoria a disposizione miliardi di anni di evoluzione.

I candidati planetari evidenziati in questo studio, oggetto di interesse, sono: KOI-1422.02 che è il 90% delle dimensioni della Terra ed ha un'orbita di 20 giorni; KOI-2626.01, 1,4 volte le dimensioni della Terra con un orbita di 38 giorni e KOI-854.01, 1,7 volte le dimensioni della Terra, con un orbita di 56 giorni (KOI = Kepler Object of Interest). Situati tra i 300 e i 600 anni luce di distanza, tra le stelle candidate con temperature tra i 3.400 a 3.500 Kelvin (in confronto la temperatura del Sole è di 5.800 Kelvin).

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista The Astrophysical Journal.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NASA Curiosity: perché il MAHLI guarda i…

Sabato, 12 Luglio 2014 23:01

NASA Curiosity: perché il MAHLI guarda il cielo?

Il Mars Hand Lens Imager (MAHLI) è la fotocamera montata sul braccio robotico di Curiosity che ha lo scopo primario di acquisire immagini ravvicinate della superficie e delle rocce di Marte. A volte...

La voce delle meteore

Venerdì, 11 Luglio 2014 06:32

La voce delle meteore

Utilizzando il Long Wavelength Array del New Mexico (LWA), presso l'Università del New Mexico (UNM), gli astronomi hanno ascoltato le meteore per la prima volta, quelle luminose palle di fuoco che...

Le forze di marea: un elemento chiave pe…

Giovedì, 10 Luglio 2014 13:33

Le forze di marea: un elemento chiave per la vita sui pianeti extrasolari simili alla terra

Nuovi modelli sui pianeti extrasolari simili alla Terra, in orbite particolarmente difficili, dimostrano che le forze di marea rappresentano uno degli elementi chiave per la loro sopravvivenza. Un mondo potenzialmente abitabile, infatti, che orbita...

2 luglio: NASA Cassini osserva il polo n…

Mercoledì, 09 Luglio 2014 21:43

2 luglio: NASA Cassini osserva il polo nord di Saturno

Ci dovremo abituare a queste vedute suggestive di Saturno perché la sonda della NASA Cassini, a partire dal 2016, inizierà le orbite finali che la porteranno sempre più vicino al...

NASA Voyager 1: gli "tsunami solari…

Martedì, 08 Luglio 2014 06:59

NASA Voyager 1: gli "tsunami solari" osano fino allo spazio interstellare

La sonda della NASA Voyager 1 ancora risente degli effetti del Sole pur navigando nello spazio interstellare.Nell'autunno 2013, sono state proprio le onde d'urto provenienti dalla nostra stella a convincere gli scienziati che...

Smectite Valley, la prossima meta del ro…

Martedì, 08 Luglio 2014 05:27

Smectite Valley, la prossima meta del rover della NASA Opportunity

Avevamo lasciato Opportunity ai primi di aprile, con l'ultimo report, quando a Meridiani Planum tirava aria di primavera. Uno dei periodi migliori per il rover che, oltre a godere di temperature...

Rubriche

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

Top Video

Curiosity sol 687 - MAHLI has captured the plasma plume generated when ChemCam zaps "Nova" rock!
"Courtesy NASA/JPL /Caltech/MSSS" processing 2di7 & titanio44

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it