Terra & Ambiente
Global Security Agency

In Primo Piano

Partita la

Partita la "sample return mission" Cinese Chang'e 5-T1

Come preannunciato, la Cina ha lanciato la missione dimostrativa Chang’e-5-T1 con il...

Aumenta l'attività (e l'odore) della cometa 67P

Aumenta l'attività (e l'odore) della cometa 67P

Mancano poco meno di 3 settimane dalla storica impresa del lander Philae e la...

L'asimmetrica atmosfera di Titano

L'asimmetrica atmosfera di Titano

Studiando l'atemosfera di Titano, gli scienziati hanno notato concentrazioni di molecole...

POLARBEAR: mappato il B-mode di polarizzazione nella CMB

POLARBEAR: mappato il B-mode di polarizzazione nella CMB

A distanza di pochi mesi si torna a parlare della polarizzazione del fondo cosmico a...

Anche MRO riprende il piccolo nucleo della cometa Siding Spring

Anche MRO riprende il piccolo nucleo della cometa Siding Spring

Se il piccolo nucleo della cometa Sidind Spring è stato ripreso dal rover Opportunity dalla...

  • Partita la

    Partita la "sample return mission" Cinese Chang'e 5-T1

  • Aumenta l'attività (e l'odore) della cometa 67P

    Aumenta l'attività (e l'odore) della cometa 67P

  • L'asimmetrica atmosfera di Titano

    L'asimmetrica atmosfera di Titano

  • POLARBEAR: mappato il B-mode di polarizzazione nella CMB

    POLARBEAR: mappato il B-mode di polarizzazione nella CMB

  • Anche MRO riprende il piccolo nucleo della cometa Siding Spring

    Anche MRO riprende il piccolo nucleo della cometa Siding Spring



Un freddo abissale



Riscaldamento globale

Secondo un nuovo studio della NASA, le acque degli abissi oceanici terrestri non si riscaldano dal 2005, come se il riscaldamento globale stesse rallentando negli ultimi anni.

Gli scienziati del Propulsion Laboratory (JPL) di Pasadena, in California, hanno utilizzato i satelliti per monitorare le temperature profonde dei mari dal 2005 al 2013, scoprendo che sotto i 1.995 metri le acque non hanno subito alcun riscaldamento apprezzabile eppure, il livello dei mari sta ancora aumentando.

Batteri scoperti nel lago di asfalto a Trinidad: nuove implicazioni per la vita extraterrestre



Trinidad: lago di asfalto

Una recente ricerca condotta da Rainer Meckenstock, microbiologo ambientale del Helmholtz Zentrum München in Germania, pubblicata sulla rivista Science, rivela che la vita può esistere in uno dei posti più inospitali del nostro pianeta.

Il team internazionale di scienziati, infatti, ha scoperto batteri e archeobatteri in un lago di asfalto Trinidad, un singolare bacino di bitume naturale che si trova sull'isola omonima di fronte al Venezzuela, concentrati in minuscole goccioline d'acqua all'interno dell'olio circostante.

Fotosintesi dallo spazio: più alta rispetto ai modelli teorici



Fotosintesi

Le piante convertono l'energia della luce solare in energia chimica durante un processo chiamato fotosintesi.

E' l'attività mediante la quale le piante raccolgono la luce del Sole per produrre zuccheri, da anidride carbonica e acqua, rilasciando ossigeno come sottoprodotto.

Tale processo, con la sua semplice complessità, è parte della routine quotidiana su questo mondo ed è alla base della maggior parte dei processi biologici.

Virus gigante di 30.000 anni fa tornato alla vita dai ghiacci



Pithovirus

Potrebbe sembrare la trama di un film di fantascienza ma la realtà è che gli scienziati hanno fatto rivivere un virus gigante, ancora infettivo, sepolto tra i ghiacci della Siberia 30.000 anni fa.
Fortunatamente le sue vittime sono le amebe ma la scoperta suggerisce che lo scioglimento dei ghiacci terrestri potrebbe riportare alla luce anche virus rischiosi per l'essere umano.

Le nubi nottilucenti: è stagione al Polo Sud



Nubi Nottilucenti 23 Dicembre AIM

Sono chiamate nubi nottilucenti (NCL), hanno un colore bianco - blu elettrico e si formano quando le molecole d'acqua congelano intorno alla polvere delle meteore ad una quota di 80 / 85 chilometri sopra la superficie terrestre, talmente in alto da poter riflettere ancora la luce del Sole dopo il tramonto.

Il loro componente fondametale è quindi materiale proveniente dallo spazio profondo che, potremmo dire, trasforma il nostro pianeta in un mondo un po' più alieno.

Risale a 3 miliardi di anni la comparsa dell'ossigeno sulla Terra



Sud Africa - strati geologici

L'ossigeno è apparso sulla Terra 700 milioni di anni prima rispetto alle stime precedenti, che ne indicavano la comparsa solo 2,3 miliardi di anni fa.
La nuova ricerca pubblicata sulla rivista Nature, solleva così altri interrogativi sull'origine della vita.

Dal meteorite Sutter's Mill gli ingredienti per la vita



Meteorite Sutter's Hill

Da un meteorite caduto sulla Terra lo scorso anno, gli scienziati hanno scoperto molecole organiche inaspettate, mai rilevate finora.

Tra le 14:51:10 e le 14:51:30 UTC (7:51:10 - 07:51:30 ora locale) del 22 aprile 2012 un'immensa palla di fuoco solcò i cieli del Navada e della California.
Fu udito un forte boato nella zona intorno al lago Tahoe, con il quale fu rilasciato almeno un chilotone di energia cinetica. I testimoni avvertirono nell'aria anche un odore di bruciato tipo saldatura.

19 luglio 2013, un giorno speciale: la Terra e la Luna nelle foto delle sonde Cassini e MESSENGER



19 July 2013 Planet Earth and Moon- Pale Blue Dot from N00213958 - 66 (grn bl1 red)

Il 19 luglio scorso due sonde nel Sistema Solare, hanno puntato le loro fotocamere verso il nostro pianeta: la sonda della NASA Cassini dal sistema di Saturno, da una distanza di circa 1,5 miliardi di chilometri, e la MESSENGER, la prima sonda ad orbitare intorno a Mercurio, da una distanza di 98 milioni di chilometri.

La Cassini ha scattato molte riprese con diversi filtri, i fondamentali per ottenere un'immagine a colori (rosso, verde e blu) e altri di studio come l'infrarosso, l'ultravioletto e i polarizzati per studiare gli anelli più deboli del pianeta.

19 e 20 luglio: sorridete! MESSENGER e Cassini ci scatteranno una foto



WaveSaturn

Riuscire a vedere direttamente, con le più moderne tecniche astronomiche, un pianeta extrasolare è un'idea estremamente affascinante ma nulla, se paragonata all'emozione di osservare il nostro stesso pianeta dallo spazio!

Il 19 e 20 luglio ben due sonde nel nostro Sistema Solare si predisporranno nella giusta posizione per fotografare la Terra: la Cassini da Saturno e la MESSENGER, da Mercurio.

Uno scenario apocalittico: così sarà la Terra tra 2 miliardi di anni



Yellowstone

Come sarà la vita sulla Terra tra 2 miliardi di anni?
Probabilmente dominata dai batteri, gli unici in grado di sopravvivere a temperature estreme.

Un nuovo studio, condotto dal PhD Jack O’Malley James dell'Università di St Andrews, racconta il futuro del nostro pianeta con importanti implicazioni per la ricerca della vita extraterrestre in altri mondi.

Conto alla rovescia: su Marte arriva Sid…

Sabato, 18 Ottobre 2014 08:36

Conto alla rovescia: su Marte arriva Siding Spring. Ecco come seguire l'evento

Ci siamo quasi, mancano poco più di 24 ore all'atteso incontro della cometa Siding Spring con Marte, dove c'è una flotta robotica in fermento pronta ad accoglierla.

Il cuore nascosto di Mimas

Venerdì, 17 Ottobre 2014 07:13

Il cuore nascosto di Mimas

Sotto la superficie modellata dai crateri, la luna di Satuno, Mimas, potrebbe nascondere un nucleo congelato o un oceano di acqua liquida. Radwan Tajeddine, astronomo della Cornell University, ha pubblicato i suoi...

Da MAVEN i primi dati sull'atmosfera sup…

Giovedì, 16 Ottobre 2014 20:58

Da MAVEN i primi dati sull'atmosfera superiore di Marte

La sonda Mars Atmosphere and Volatile Evolution (MAVEN), lanciata a novembre 2013 ed entrata nell'orbita di Marte il 22 settembre scorso alle 2:24 UTC, ha già iniziato a fornire i primi dati...

Verso Plutone e oltre! Selezionato un KB…

Giovedì, 16 Ottobre 2014 06:11

Verso Plutone e oltre! Selezionato un KBO per New Horizons

Scrutando gli angoli più remoti del nostro Sistema Solare, il telescopio spaziale Hubble ha trovato un oggetto della fascia di Kuiper (KBO) che potrebbe diventare il target perfetto per la sonda...

ESA Rosetta: selezionato il punto di att…

Mercoledì, 15 Ottobre 2014 20:41

ESA Rosetta: selezionato il punto di atterraggio definitivo!

Il 12 Novembre Philae atterrerà sul sito primario "J", situato sulla "testa" della cometa.

Secondo selfie per Philae, insieme a Ros…

Mercoledì, 15 Ottobre 2014 06:58

Secondo selfie per Philae, insieme a Rosetta e 67P

Se da una parte Rosetta ci sta deliziando con immagini sempre più dettagliate della superficie della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, il piccolo lander Philae non è da meno e dalla sua posizione privilegiata,...

Space Mission Stats

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

Top Video


  • Anakin 19.09.2014 16:13
    Quindi non è proprio una rappresentazion e. Potremmo dire di guardare effettivamente un buco nero

    Leggi tutto...

     
  • Alive Universe Image 19.09.2014 15:59
    E' un'illustrazion e del buco nero supermassiccio. Ecco l'estratto della discalia dal sito ESA ...

    Leggi tutto...

     
  • Anakin 19.09.2014 14:46
    Ciao. Ma l'immagine, al centro, rivela che quello che vediamo è effettivamente un buco nero o solo ...

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it