MSL - Curiosity

In Primo Piano

Una piccola galassia con un grande buco nero

Una piccola galassia con un grande buco nero

Utilizzando i dati del telescopio spaziale Hubble e quelli delle osservazioni da Terra, gli...

Ultime dai rover marziani

Ultime dai rover marziani

Curiosity si appresta ad esplorare le "Pahrumps Hills" mentre Opportunity torna al lavoro dopo la...

MAVEN e MOM: si avvicina l'appuntamento con Marte

MAVEN e MOM: si avvicina l'appuntamento con Marte

Due sonde spaziali, il  Mars Atmosphere and Volatile Evolution (MAVEN) della NASA...

Dawn torna alla normalità

Dawn torna alla normalità

La sonda, ormai nella fase di avvicinamento a Cerere, era entrata in "Safe Mode" la settimana...

WASP-18: invecchiata dal pianeta

WASP-18: invecchiata dal pianeta

Nuovi dati dell'Osservatorio della NASA Chandra X-ray dimostrano come un pianeta massiccio...

  • Una piccola galassia con un grande buco nero

    Una piccola galassia con un grande buco nero

  • Ultime dai rover marziani

    Ultime dai rover marziani

  • MAVEN e MOM: si avvicina l'appuntamento con Marte

    MAVEN e MOM: si avvicina l'appuntamento con Marte

  • Dawn torna alla normalità

    Dawn torna alla normalità

  • WASP-18: invecchiata dal pianeta

    WASP-18: invecchiata dal pianeta



Seconda prova per il trapano di Curiosity: eseguito il mini-drill



CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill

CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill
"Courtesy NASA/JPL-California Institute of Tecnology" processing 2di7 & titanio44

Dopo la notte di carico e la prova di percussione "drill-on-rock checkout", ieri Curiosity ha eseguito la prova chiamata "mini-drill", il secondo test fondamentale per il prossimo vero e proprio primo utilizzo del trapano.

Avevamo anticipato le immagini elaborate attraverso i nostri canali.

Ora, bisogna vedere se il risultato sarà soddisfacente e il team di missione riterrà la roccia, "John Klein", adatta alla prima perforazione.

Con l'operazione mini-drill Curiosity ha utilizzato sia rotazione che percussione, producendo un foro di 2 centimetri, rispetto ai 6,3 effettivi che potrà raggiungere con la punta del suo trapano.

CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill anaglyph

CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill anaglyph
"Courtesy NASA/JPL-California Institute of Tecnology" processing 2di7 & titanio44

Se i detriti prodotti, passeranno la valutazione visiva e la roccia verrà ritenuta adatta all'operazione e sicura per i meccanismi del rover, Curiosity effettuerà il primo vero foro su Marte forse questo weekend o al più tardi, all'inizio della prossima settimana.

La grana fine in questa prima fase è importante per generare il tipo di polvere necessaria per pulire il sistema di foratura dalla potenziale contaminazione pre-lancio. Ma il fatto che la polvere prodotta non sia "appiccicosa" (umida) è ancora più importante per la salvaguardia della strumentazione.

Anche in questo caso, come era avvenuto per gli scoop, le prime 3 - 5 perforazioni saranno utilizzate per pulire lo strumento: la roccia selezionata verrà forata, la polvere sarà trasportata fino all'area di stoccaggio, verrà fatta vibrare per garantire una pulizia accurata delle pareti e poi gettata, per almeno tre volte.

I campioni successivi, invece, potranno essere utilizzati per le analisi e quindi consegnati al CHIMRA (Collection and Handling for In-Situ Martian Rock Analysis) per la setacciatura e porzionatura del materiale da ripartire tra CheMin (Chemistry and Mineralogy) e SAM (Sample Analysis at Mars).

Osservando i risultati di questo primo test, la roccia sembra effettivamente morbida.
John Klein potrebbe essere rappresentativa di un ambiente passato umido e quindi potrebbe fornire importanti dettagli sulle precedenti condizioni ambientali di Marte. Tuttavia, ora è fondamentale per gli scienziati capire se la polvere prodotta dal target può essere idonea agli strumenti di Curiosity.

CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill 3D

CURIOSITY sol 180 MAHLI mini-drill 3D
"Courtesy NASA/JPL-California Institute of Tecnology" processing 2di7 & titanio44

Gli ingegneri vogliono sapere che tipo di composizione ha questa roccia prima di dare un campione in pasto al SAM, uno degli strumenti più sofisticati a bordo del rover, che riscalda il campione fino a 1000° C per cercare e caratterizzare molecole organiche e inorganiche importanti per la vita. Così, un po' della polvere prodotta, verrà prima consegnata alla CheMin che utilizza la diffrazione a raggi X per l'analisi.

"Lo scopo è vedere se la polvere si comporta come ci si aspetta. Sembra polvere secca? Questo è quello che vogliamo confermare", ha detto Daniel Limonadi, ingegnere del JPL.

Per arrivare fin qui, è stato fondamentale l'Alpha Particle X-ray Spectrometer (APXS), che insieme alla ChenCam (Chemistry and Camera) e alle definite immagini del MAHLI (Mars Hand Lens Imager), ha permesso di avere informazioni dettagliate sul target John Klein prima di procedere con i test di pre-forazione.

Roger C. Wiens, ricercatore della ChemCam al Los Alamos National Laboratory nel New Mexico, racconta che il laser di Curiosity ha fatto fuoco 12.000 volte su John Klein per analizzarne gli elementi chimici. E' da tener presente che in genere, si utilizzano 30 colpi in un punto solo per un'analisi standard e dai 4 ai 9 punti di osservazione, anche per valutare l'omogeneità del campione. Questo ci fa capire quanto il team di missione abbia valutato con cautela il target prima di procedere con il trapano.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Curiosity inizia la missione al Monte Sh…

Sabato, 13 Settembre 2014 12:12

Curiosity inizia la missione al Monte Sharp

A fine agosto, avevamo lasciato Curiosity intento a riprendere il percorso verso il Monte Sharp, dopo aver rinunciato alla perforazione della roccia Bonanza King.Ora, il rover ha raggiunto le pendici...

GAIA scopre la sua prima Supernova!

Sabato, 13 Settembre 2014 07:11

GAIA scopre la sua prima Supernova!

Un mese dopo l'inizio della missione scientifica, Gaia scova una Supernova a 500 miloni di anni luce.

Fononi invece di fotoni per comunicare c…

Venerdì, 12 Settembre 2014 06:46

Fononi invece di fotoni per comunicare con un atomo artificiale

Il suono al posto della luce. I ricercatori della Chalmers University of Technology sono stati i primi a mostrare l'uso dei fononi per comunicare con un atomo artificiale. I risultati saranno pubblicati sulla...

ROSINA assaggia la cometa 67P

Giovedì, 11 Settembre 2014 22:03

ROSINA assaggia la cometa 67P

Lo strumento Rosetta Orbiter Sensor for Ion and Neutral Analysis (ROSINA), a bordo della sonda dell'ESA Rosetta, ha rilevato le prime molecole volatili intorno alla cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko. I risultati sono stati...

Pianeta exstrasolare Gliese 15Ab: una su…

Giovedì, 11 Settembre 2014 06:02

Pianeta exstrasolare Gliese 15Ab: una superterra dietro l'angolo

Gli astronomi hanno appena aggiunto alla lista dei nostri potenziali vicini di casa, il pianeta extrasolare Gliese 15ab, una superterra a soli 11,7 anni luce da noi. Se la scoperta verrà confermata, Gliese...

Rosetta entra in orbita!

Giovedì, 11 Settembre 2014 05:10

Rosetta entra in orbita!

Rosetta e la cometa stringono il legame gravitazionale mentre Philae fotografa la coppia!

Rover Stats

CURIOSITY ODOMETRY

Curiosity Stats

OPPORTUNITY ODOMETRY

Opportunity

a cura di Marco di Lorenzo

Le nostre immagini

Visita l'album di 2di7 & titanio44

Top Video


  • Alive Universe Image 04.09.2014 10:36
    Salve Marco, ringraziandola per la segnalazione, ne ho approfittato per rendere la frase più esplicativa ...

    Leggi tutto...

     
  • Marco 04.09.2014 09:31
    Affascinante! A quanto pare il nostro gruppo locale, insieme all'ammasso della Vergine, è quasi al ...

    Leggi tutto...

     
  • Marco 02.09.2014 22:17
    C'e' un piccolo refuso nella frase "..Il flusso energetico impiega 8 minuti per raggiungere il nostro ...

    Leggi tutto...

Banner

Tra i nostri articoli






Altre news




Twitter Official Alive Universe Images

Facebook Official Alive Universe Images

Twitter da Elisabetta Bonora

Su di noi

 HELP Alive Universe Imges!

Iscriviti alla Newsletter




Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - BlogCatalog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it